UTILIZZO DEGLI ACCOUNT ZOOM DA PARTE DEI GRUPPI LOCALI.

Sono disponibili tre account per la programmazione di videoconferenze con Zoom con la licenza Pro della durata di un anno. Questo tipo d licenza non ha limiti di durata oraria del meeting, consente fino a 100 partecipanti, la registrazione dell’incontro sul pc dell’ospite del meeting (host), la possibilità di effettuare contemporaneamente lo streaming dell’incontro su Facebook o canale Youtube.

La programmazione degli incontri è affidata ad un certo numero degli attivisti o portavoce comunali (in seguito indicati come “zoom-scheduler”) di tutto il territorio della Sardegna, che abbiamo dimestichezza con lo strumento zoom, affinché possano pianificare autonomamente i meeting inserendo oggetto, data e orario e poi distribuire i dati per l’accesso.

LE REGOLE DA SEGUIRE

1) Ciascun zoom-scheduler può utilizzare indifferentemente i tre account, in maniera da consentire di pianificare una videoconferenza in caso di concomitanza di orari, con l’account non ancora impegnato. Non c’è alcun limite nelle programmazioni, anche più al giorno. Ai tre account si aggiunge anche quello a disposizione del Facilitatore Regionale Formazione e Coinvolgimento, qualora tutti impegnati, concordando con debito anticipo. Resta fermo che l’account di Rosseau è sempre disponibile, indipendentemente dai tre account in oggetto.

2) Gli incontri non devono assumere un carattere assembleare regionale in quanto, finché non sarà decisa una nuova organizzazione, è compito dei facilitatori regionali programmarli per le diverse funzioni assegnate o per esigenze della direzione politica nazionale. Si ricorda, inoltre, che il limite imposto dalla licenza Pro è di 100 partecipanti per cui per le assemblee regionali sono comunque necessari gli account zoom assegnati dall’Associazione Rousseau ai facilitatori regionali.

Gli incontri che si possono programmare possono avere delle finalità locali (es. comunale, sovracomunale, metropolitano) oppure tematici come, ad esempio, i tavoli di lavoro di analisi e proposta su determinati argomenti e materie aperti a tutti gli iscritti sardi. Gli stessi possono avere obiettivi prettamente politici quando un gruppo locale e, se presenti, i portavoce comunali ritengono utile lo strumento, non solo per esigenze proprie del gruppo (crescita, confronto e conoscenza) ma anche per programmare eventi digitali pubblici finalizzati al coinvolgimento dei concittadini, dei portatori di interesse, ecc. oppure per attività di campagna elettorale.

3) Affinchè sia rispettato convenientemente l’uso degli account zoom il Comitato Economale, in quanto titolare della licenza PRO condivisa, si riserva ogni intervento. Pertanto, in caso di male utilizzo oppure di abuso (ad esempio uso personale o per attività non legate agli interessi dei gruppi locali o per finalità non del M5S) l’attivista responsabile vedrà rimosso il ruolo di zoom-scheduler.

4) Ciascun zoom-scheduler assume l’obbligo di programmare gli incontri per tutti i gruppi locali e portavoce che ne facciano richiesta, senza distinzione o pregiudizio alcuno, purché i richiedenti siano attivisti iscritti al Movimento. Con i richiedenti si potranno concordare i dettagli per l’accesso (uso di passcode, sala attesa, registrazione incontro, predisposizione sondaggi, condivisione slide, filmati, ecc.).

Tale obbligo comporta da parte del zoom-scheduler l’avvio della seduta poco prima dell’ora programmata ed eventualmente abbandonarla, dopo aver assegnato tra i partecipanti, come concordato con i richiedenti, il ruolo di ospite (host) e/o di co-ospite (co-host) per la gestione dell’incontro compresa la chiusura.

5) Nel programmare l’incontro è OBBLIGATORIO indicare (oggetto e/o descrizione) tema e destinazione territoriale. Es. “Incontro settimanale meetup79 Sassari”, “Riunione attivisti e portavoce di Sinnai”, “Incontro tavolo lavoro Ambiente”, ecc.

6) Nel programmare l’incontro è OBBLIGATORIO indicare nella descrizione dello stesso (non nell’oggetto) nome e cognome del zoom-scheduler

7) Non ci sono limiti sulla diffusione e la pubblicità dell’incontro pianificato purché aperto a tutti gli attivisti e portavoce, destinato ad un gruppo o territorio specifico, oppure anche di interesse regionale ma tassativamente improntato su temi specifici come, ad esempio, tavoli di lavoro regionali, punto civico, sportello al cittadino ecc. Si possono programmare incontri da parte di portavoce comunali, anche con il sostegno degli attivisti locali, aperti alla popolazione amministrata per comunicare iniziative, organizzare dibattiti locali, campagna elettorale, ecc.

8) Sul sito www.sardegna5stelle.it nelle prossime settimane sarà inserita un’agenda per cui tutti potranno conoscere data ed oggetto dei vari incontri. Sarà cura degli zoom-scheduler tenere aggiornata l’agenda a beneficio di tutti gli attivisti e di chi vorrà avvicinarsi al Movimento.

*********************************

Si confida nel totale rispetto verso tutti e nella responsabilità di chi si offerto zoom-scheduler. Si terrà conto di qualsiasi suggerimento migliorativo per questa e per altre idee e iniziative che possono agevolare la crescita dei gruppi, i compiti dei portavoce locali, il coinvolgimento degli attivisti, la formazione specifica, ecc.